1611075877vaello_post190121

19 GENNAIO 2021
COME PRENDERSI CURA DEI PROPRI ACCESSORI DI CUCINA

La cucina è uno dei luoghi più interessanti della casa. È il luogo perfetto per far fluire la propria immaginazione e preparare piatti spettacolari. Tuttavia, in questo spazio di lavoro, non è importante solo prendersi cura della divisa da chef, bensì anche prestare particolare attenzione agli strumenti che vi vengono utilizzati. In questo articolo vogliamo condividere alcuni consigli utili.

Nella cucina di tutti i giorni sono tanti gli strumenti su cui poter contare: paelleras, padelle, casseruole, piastre, ecc. Ma ... sappiamo come prenderci cura di questi preziosi utensili in modo che durino più a lungo? Vediamo qualche trucco...

La pulizia prima di tutto
Come regola generale si raccomanda che, prima di utilizzarli per la prima volta, questi strumenti vengano lavati con detergente liquido per piatti. Questa operazione renderà i prodotti totalmente igienizzati e già pronti all'uso. La pulizia di questi accessori dopo ogni uso è ovviamente il primo passo per prendersene cura.

Recipienti: paelleras, padelle, casseruole, piastre, ecc.
Questo gruppo di accessori è il più difficile da lavare. Inoltre, sono quelli che hanno bisogno delle tue cure.

Prima di tutto, fai una ricerca preventiva sui materiali con cui sono realizzati.

L'acciaio lucido, ad esempio, come sa ogni buon valenzano, deve essere pulito e asciugato bene e, infine, occorre rifinire queste operazioni mediante l’aggiunta di un sottile strato di olio atto a prevenirne l'ossidazione. L’ideale sarebbe poi, per oggetti con questo tipo di acciaio, che il recipiente venga conservato in un sacchetto di plastica, in luogo fresco e asciutto. Questa procedura non è viceversa necessaria con recipienti in acciaio smaltato, giacché proprio il loro rivestimento ne previene l'ossidazione.

Nel caso poi di strumenti più delicati, come ad esempio le pentole in ghisa, bisogna fare attenzione a non deteriorarne lo strato esterno, il principale fattore che conferisce sapore al cibo. Si consiglia perciò, dopo ogni processo di cottura, di aggiungere uno strato di olio e di esfoliarne la superficie con una manciata di sale kosher e con un panno asciutto. Il sale ne assorbirà lo sporco e il contenitore manterrà così le sue proprietà di condimento. Togliere infine il sale, pulire con il panno e conservare l’oggetto.

Attenzione ai graffi!

Quando si tratta di prendersi cura di pentole de altri contenitori e accessori per la cottura, si consiglia sempre di utilizzare spatole di legno o di plastica resistente al calore onde evitare di graffiare le superfici. Allo stesso tempo dovremmo sempre evitare di mettere sul fuoco paelleras e padelle vuote, così come di tagliare il cibo direttamente al loro interno.

Quando puliamo questi strumenti occorre sempre evitare l’uso di pagliette metalliche e/o prodotti abrasivi. Poi, al momento di riporli, è meglio non metterli uno dentro l'altro, visto che quello superiore potrebbe danneggiare l'interno di quello inferiore.

E mai dimenticare! Ogni prodotto è adatto a un diverso tipo di fonte di calore. Controllare sempre prima dell'uso. Come si può sapere? Qui è possibile trovare una guida sintetica con i diversi significati dei simboli che appaiono su ogni oggetto!

E tu come ti prendi cura dei tuoi utensili da cucina? Condividi con noi i tuoi consigli nei commenti!

Torna su