spessore-speciale

11 MARZO 2021
DIFFERENZE TRA ACCIAIO LUCIDO E ACCIAIO SMALTATO

Vi siete mai chiesti che tipo di materiale è migliore per cucinare una paella? Noi abbiamo la risposta ed è molto semplice: qualsiasi tipo di acciaio lucido e smaltato è perfettamente adatto.

L'acciaio lucido è il materiale metallico tradizionale che tutti conosciamo; quel contenitore dove la domenica la paella viene preparata in famiglia. La nostra Paellera Valenciana in acciaio lucido -prodotto nº 03-, ne è l'esempio lampante. Si tratta di un prodotto realizzato in acciaio laminato a freddo. Ideale per fornelli a fiamma.

L’elemento chiave di questo materiale è la sua manutenzione. Non appena cotta la paella il contenitore va pulito e asciugato bene; successivamente bisogna passarci sopra una carta da cucina unta d'olio per evitare la comparsa di ruggine. In questo modo la nostra paella durerà per anni. È un tipo di materiale che non è antiaderente, quindi bisogna sempre tener d'occhio la potenza del fuoco e la temperatura dell’olio.

È importante ricordare che l'acciaio lucido non può essere utilizzato in lavastoviglie, poiché si genererebbe rapidamente della ruggine. Allo stesso tempo non è adatta per le cotture al forno. Inoltre è opportuno conservare queste paelleras in un luogo fresco e asciutto e, se possibile, protette in un sacchetto di plastica.

In poche parole più si evita il contatto con l’umidità meglio è. Concludiamo dicendo che è anche materiale più economico e facile da trovare.

Come alternativa esiste l'acciaio smaltato / vetrificato che è un tipo di materiale che non arrugginisce principalmente grazie al rivestimento in smalto di cui è dotato. Ovviamente bisogna prestare molta attenzione durante il trasporto di questo tipo paelleras o contenitori, poiché qualsiasi urto potrebbe danneggiarli. L'esempio perfetto per questo tipo di paellera è il nostro prodotto nº 02, la Paellera Valenciana in acciaio smaltato, un prodotto in acciaio laminato a freddo e rivestito con uno strato di smalto antiacido.

La manutenzione è davvero semplice: a cottura ultimata occorre lavar bene la paellera e il gioco è fatto. Inoltre è lavabile in forno e in lavastoviglie. Per quanto riguarda l'adesione del materiale, è la stessa dell'acciaio lucido: non è un materiale antiaderente ed è importante fare attenzione alla paellera durante le fasi di cottura. Sottolineiamo che questo tipo di materiale viene venduto sempre di più perché è molto più facile e comodo da mantenere rispetto all'omologo in acciaio lucido, nonostante abbia un prezzo più elevato.
C'è differenza di gusto? Se esiste una differenza è praticamente impercettibile. Il sapore cambia solo se la paella viene cotta a legna o a gas, ma l’uso dell'acciaio lucido o smaltato non altera il sapore. Chi veramente fa differenza è il cuoco e le sue tecniche di cottura.
Per quanto riguarda poi la cottura del riso, questo si comporta allo stesso modo. Nel seguire correttamente i vari passaggi di preparazione e nel tener conto di tutti gli ingredienti necessari oltre al brodo e all’acqua, il risultato sarà quello di una paella perfetta, sia che la paellera sia in acciaio lucido o in acciaio smaltato.

Quindi cosa differenzia davvero i due materiali?
La differenza principale e la più importante è la manutenzione, seguita ovviamente dal prezzo.

Quale acciaio è il migliore, quello lucido o quello smaltato?
Non siamo in grado di dare una risposta, perché entrambi i materiali sono efficienti e svolgono ottimamente la loro funzione di strumenti di cottura della paella. Questo sì, dipenderà sempre dal cuoco.

Torna su